Fotografie delle più belle località italiane

Italia > Lazio > Bolsena English

BOLSENA

Bolsena è un'antica cittadina di origini etrusche, in provincia di Viterbo, che si affaccia sulle sponde del lago omonimo. Bolsena, con la sua lunga storia e la sua varietà di paesaggi, è senz'altro una delle località turistiche più ambite del Lazio settentrionale. La vocazione di Bolsena per il turismo è consolidata e sono disponibili servizi e strutture ricettive per tutti i gusti. Personalmente desideriamo segnalare il gradevolissimo Bed & Breakfast "Casa Reminiscenza" (www.casaremi.com), gestito da Remi, un simpatico e gentile signore norvegese.
>>> continua...



<<< ... precedente
La bellezza dei paesaggi, la presenza del lago e la posizione favorevole lungo la Via Cassia, avevano fatto di Bolsena una conosciuta località di villeggiatura sin dal Rinascimento. Molti furono infatti i papi ed i personaggi illustri che erano soliti trascorrere a Bolsena le proprie "vacanze".
Bolsena iniziò ad assurgere agli onori delle cronache nel 1263 quando nella grotta, dove ora sorge la Collegiata di Santa Cristina, si verificò il miracolo eucaristico. Il papa di allora, Urbano IV, informato dell'evento miracoloso si convinse ad istituire la festività del Corpus Domini. A Bolsena questa ricorrenza viene celebrata con una solenne processione per le vie della città ornate da un artistico e lunghissimo tappeto di fiori, la cosiddetta infiorata.

Le origini di Bolsena risalgono al III secolo a.C., quando alcuni abitanti di Velzna, l'odierna Orvieto, sfuggiti alla distruzione della città da parte dei Romani (nel 264 a.C.), trovarono rifugio sulle sponde del lago e decisero di stabilirvisi. Lo stesso nome "Bolsena" è una derivazione della parola "Velzna" che nel corso dei secoli è andata trasformandosi nella forma attuale.
Anche se le origini di Bolsena risalgono al III secolo a.C., gli abbondanti ritrovamenti archeologici testimoniano che quest'area era già abitata sin dal neolitico (5000 - 3000 a.C.) e le prime testimonianze di una comunità stanziale, risalgono all'età del bronzo (XVI secolo a.C.). Il Museo Territoriale del Lago di Bolsena, ospitato presso la Rocca Monaldeschi della Cervara, presenta la documentazione archeologica, geologica e naturalistica proveniente dal territorio di Bolsena e dal circondario lacustre.
Intorno al V secolo, probabilmente a causa delle incursioni dei Goti prima e dei Longobardi poi, la città venne abbandonata e gli abitanti si trasferirono sulla vicina rupe (dove attualmente sorge la Rocca Monaldeschi della Cervara), più angusta ma dotata di difese naturali decisamente più efficienti.
Con la caduta del regno Longobardo, Bolsena venne inclusa nei domini della Chiesa. Nel 1186 passò sotto il controllo di Orvieto e della potente famiglia Monaldeschi della Cervara per poi ripassare nuovamente, dopo circa due secoli, sotto il diretto controllo dello Stato Pontificio.

Il lago di Bolsena è il lago vulcanico più grande d'Europa. Il suo bacino non costituisce il relitto di un unico vulcano, come si pensava un tempo, ma si è formato a causa di una serie di sprofondamenti del suolo provocati dall'attività vulcanica di molte bocche eruttive. Gli ultimi due crateri del sistema vulcanico "Volsino", esplosi circa 120.000 anni fa, si sono trasformati nelle due isole che caratterizzano il Lago di Bolsena: le isole Bisentina e Martana.
Le acque del Lago di Bolsena sono tra le più limpide e pulite d'Europa tanto che uno dei prodotti tipici di Bolsena è proprio un pesce: il Coregone, una prelibatezza che a Bolsena sanno cucinare in maniera egregia



Site Map | Privacy Policy | ©2009 Arnix.it